I Protagonisti
della 16esima edizione

Brevi storie di vita e di esperienza professionale degli artisti che animano il Campania Blues Festival.

HaT in the Garret
HaT in the Garrett
Giovedì 9 Settembre 2021 - ore 21:15

HaT in the Garret" è un'idea che esiste da anni. Nel tempo si è evoluta fino ad arrivare a questa forma molto più personale, fatta di canzoni scritte in quel posto che si trova ovunque si stia bene, un luogo in cui suonare ad occhi chiusi. "HaT" come cappello, ma anche come Heart and Thoughts, cuore e pensieri, e the Garret, la soffitta, che per HaT in the Garret è il luogo migliore per tirarli fuori, trasformali in canzoni o musiche dove le chitarre, il blues e il folk sono le fondamenta da cui, senza creare limiti musicali, si da spazio a tutto ciò che si vuole dire. Passando dal country blues a quello elettrico delle città, attraverso i ritmi legati ancora all'Africa e integrati con il popolo di New Orleans, i suoi live sono un viaggio attraverso i propri brani e quelli che avrebbe voluto scrivere, ma ci è arrivato prima qualcun altro, proposti in un modo molto personale in OneMan Band o in formazione più estesa. Con all'attivo il primo album, “Songs from the Garret” e il nuovissimo EP "5 Tapes", che racchiudono alcuni brani scritti in quella soffitta e che raccontano storie vissute, sentite e tirate fuori dal cappello.

Nick Becattini
Nick Becattini - lifetime blues tour
Giovedì 9 Settembre 2021 - ore 22:00

Chitarrista e cantante blues nativo di Pistoia, nel 1980 ha la folgorazione, vede la luce al primo Pistoia Blues Festival assistendo tra l’altro all’esibizione dei grandi B.B. King e Muddy Waters; da allora il blues diventerà il suo credo e il Festival diventerà la sua casa.
Dal 1986 al 1990 fa parte del gruppo Model T. Boogie del bravo Giancarlo Crea con cui si fa le ossa e partecipa a festival blues oltreoceano; dal 1990 al 1993 vive a Chicago e suona con i migliori interpreti del blues: Son Seals, Sugar Blue, Lucky Peterson e Melvin Taylor solo per citarne alcuni, che lo aiutano a crescere sotto tutti i sensi. Tornato in Italia fonda varie formazioni ed esordisce con un album a proprio nome nel 1995. In 25 anni da alla luce 8 album solisti ma può vantare numerose partecipazioni tra cui Peaches Staten e Ty Le Blanc. Il Nuovo album Lifetime Blues, composto da 12 brani 7 autografi e 5 cover, fa emergere e conferma ulteriormente tutta la bravura e l’eclettismo di Becattini; l’album che scorre via veloce, senza cedimenti di feeling tenendo alto il livello qualitativo proposto in ogni brano. I fidi scudieri che accompagnano Nick in questa avventura rispondono al nome di Keki Andrei all’Hammond e tastiere, Anacleto Orlandi al basso, Enrico Cecconi alla batteria, con la partecipazione di Mimmo Mollica all’armonica e le splendide voci di Donatella Pellegrini e Elisa Ghilardi. 

Colonel V
Colonel V.
Venerdì 10 Settembre 2021 - ore 21:15

Una storia bislacca ed affascinante quella "del " Colonel V., che secondo dettami dinastici regala otto brani ad una masnada di eroi musicali che renderanno "i Blues" immortali... Paul Venturi, da tempo considerato tra i piu' autentici esponenti di questo genere, sceglie di rinnegarne definitivamente gli standard, introducendo marcati elementi di elettronica, World e sfumature Disco Music, presentandosi con un quartetto decisamente alternativo. Una line up di massimo livello con Tiziano Popoli ai synth e tastiere, pioniere della musica elettronica italiana degli anni '70 '80, dalle collaborazioni con Tom Petty, Popoli Dalpane e anche recentemente riscoperto negli Stati Uniti con la pubblicazione del doppio vinile "Burn The Night" Piero Perelli, drummer dal groove indomabile e unico. Colui che e' stato baciato dalla dea della percussione! L' uomo dalla "bacchetta magica" e gia' fondamentale ritmico presso "Combos" sparsi per il globo: Dana Fuchs, Emma Morton, Robin Hannibal, Jack Daley, PopaChubby, Bob Fridzeman e altri. Sara Zannoni, giovane ed eclettica vocalist. arrangiatrice e docente di canto presso "Artistation". Colonna portante per la sua vocalita' graffiante e capace di infondere ritmo al tutto. 

Mighty mò Rodgers band
Mighty mò Rodgers band
Venerdì 10 Settembre 2021 - ore 22:00

Mighty Mo Rodgers è uno straordinario cantante e compositore che ha modellato le sue esperienze di vita in un’eccezionale, eclettica e immensamente profonda visione musicale sin dal suo debutto, Blues Is My Wailin' Wall. Rodgers combina soul, vocalità rauche e ritmica ad un personalissimo stile, tutto ciò si sente molto in brani come "Took Away The Drum," "The Kennedy Song," "Tuskegee Blues" e un commovente omaggio al suo amico d’infanzia "Willie B. And Me." Blues Is My Wailin' Wall ha già lasciato un segno indelebile negli ascoltatori, sia su disco che dal vivo con le sue esibizioni molto dinamiche e coinvolgenti. Nato come Maurice Rodgers nell’ East di Chicago, Indiana, studia pianoforte classico e viene influenzato dai musicisti blues e jazz che si esibiscono nel nightclub del padre, dove si intrufola di nascosto con il suo migliore amico Willie B. Viene folgorato dal blues di Willie Dixon, Eddie Boyd, Jimmy Reed. Da quel momento la musica diventa il focus dominante nella sua vita. Talmente folgorato dalla musica, Rodger baratta i suoi libri scolastici con un biglietto di solo andata per Los Angeles dove ha l’opportunità di esibirsi con T-Bone Walker, Albert Collins, Bobby "Blue" Bland, Jimmy Reed, e molti altri, accompagnando, con il suo fedele organo, Breton Wood nella hit del 1967 "Gimme Some Kind Of Sign."

Bonny Jack
Bonny Jack - one blues man
Sabato 11 Settembre 2021 - ore 21:15

Voce, chitarra, gran cassa e rullante, per un viaggio fra blues, dark country ed alternative folk.
Ispirato da due dei più famosi pirati della storia (Anne Bonny e Jack Rackam) Bonny Jack è il nome scelto da Matteo Senese per questo
progetto One Man Band.
Ambientazioni notturne, atmosfere paludose, influenze hoodoo e testi di ispirazione noir: racconti dall’oscuro in una cornice fortemente influenzata dal blues delle origini.
Un disco autoprodotto all’attivo (Bone River Blues) uscito lo scorso maggio e un nuovo lavoro che uscirà il prossimo autunno per la Bloos
Records.
Classe 1984, romano, Matteo si lancia nel mondo della chitarra già da adolescente. Studia musica e suona in diversi gruppi, spaziando
dal rock alla musica elettronica. Dopo una lunga esperienza a Seattle con uno dei suoi progetti torna in Italia e si riavvicina al suo grande
amore musicale, il Blues.

Grag Izor
Grag Izor - master of blues harmonica
Sabato 11 Settembre 2021 - ore 22:00

Nativo del Vermont e con un'anima antica, Izor si è trasferito a sud di New Orleans per sporcarsi le mani. Si è imbattuto in uno dei grandi dell'armonica di oggi, Jumpin' Johnny Sansone, che ha fatto da mentore al giovane Izor e lo ha aiutato a sviluppare il suo stile. Izor è diventato un habitué di Bourbon Street, guadagnandosi una residenza serale al Funky Pirate Club e suonando in giro per la città nei club di New Orleans, dal noto Maple Leaf Bar e Tipitina's ai bar funky di quartiere, e i club sull'ormai leggendaria Frenchmen Street . Passava i fine settimana ad avventurarsi in locali paludosi, suonando concerti pieni di vapore che duravano fino alla domenica mattina. Durante i suoi anni in Louisiana, Izor ha suonato con Eddie Bo, Jerry "Boogie" McCain, Henry Gray, Wolfman Washington, Oliver "La La" Morgan e Clarence "Gatemouth" Brown - guadagnandosi anche un posto nella band house all-star al Gate's barbecue comune a New Orleans. Un mash-up di grinta della Louisiana, soul di Austin e il calore basso di Chicago, il powerhouse dell'armonica blues Greg Izor è riconosciuto come una delle nuove voci importanti nel mondo del blues e dell'armonica. Con l'uscita di numerosi album acclamati e performance dal vivo incendiarie, si è affermato come una forza da non sottovalutare.

This site was developed by IPG Production